Tecar Terapia

La tecarterapia, nota anche come terapia capacitiva e resistiva, si basa sull’uso di dispositivi in grado di generare correnti ad alta frequenza, che stimolano i tessuti biologici dall’interno, favorendo processi naturali di guarigione e riduzione del dolore.

Il principio alla base della tecarterapia è quello di promuovere un rapido recupero funzionale attraverso l’attivazione dei meccanismi biologici di autoregolazione del corpo. Il calore prodotto dalla corrente agisce in profondità, migliorando la circolazione sanguigna, riducendo l’infiammazione e accelerando i processi di riparazione tissutale.

I benefici della tecarterapia sono molteplici e possono essere percepiti fin dalle prime sedute. Tra i principali vantaggi offerti da questa tecnologia, troviamo:

  • Riduzione del dolore: la tecarterapia è particolarmente efficace nel trattamento del dolore muscolare e articolare, grazie alla sua capacità di agire in profondità, alleviando così la sensazione di dolore.
  • Miglioramento della circolazione: il calore generato contribuisce a un incremento della circolazione sanguigna, facilitando l’apporto di ossigeno e nutrienti ai tessuti danneggiati e accelerando la rimozione delle scorie metaboliche.
  • Riduzione dei tempi di recupero: grazie alla stimolazione dei processi naturali di guarigione del corpo, la tecarterapia consente di ridurre significativamente i tempi di recupero dopo infortuni o interventi chirurgici.
  • Aumento della mobilità: il trattamento aiuta a ridurre la rigidità articolare e a migliorare l’elasticità dei tessuti, favorendo un recupero più rapido della mobilità.

La tecar trova applicazione in una vasta gamma di situazioni, rendendola una soluzione versatile per molti disturbi e condizioni. Casi in cui si ricorre a questa terapia, includiamo:

  • Disturbi muscolo-scheletrici: per velocizzare la guarigione e ridurre il dolore.
  • Recupero post-traumatico: per accelerare il recupero dopo traumi sportivi o infortuni accidentali.
  • Prevenzione: la tecarterapia può essere utilizzata anche a scopo preventivo, per migliorare la condizione fisica generale e prevenire l’insorgenza di lesioni.

  • Tendiniti
  • Epicondiliti
  • Periartriti
  • Cervicalgie
  • Lombalgie
  • Sciatalgie
  • Dolori muscolari
  • Stiramenti muscolari
  • Strappi muscolari
  • Contratture
  • Distorsioni
  • Edemi
  • Borsiti
  • Fasciti plantari
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Artrite
  • Artrosi
  • Gonartrosi
  • Calcificazioni
  • Lesioni sportive

La tecarterapia si presenta come un’opzione terapeutica all’avanguardia, capace di offrire notevoli benefici in termini di riduzione del dolore, miglioramento della mobilità e accelerazione dei processi di guarigione. Con un approccio basato sulla scienza e l’innovazione, questa terapia promette di essere un valido supporto per chiunque desideri recuperare la piena funzionalità fisica e migliorare la propria qualità di vita.

I Nostri Specialisti

in Fisioterapia e Riabilitazione

Massimo Giacomini

Fisioterapia

Roberto Avanzini

Fisioterapia

Nicola Schreiber

Fisioterapia

Brandon Meruvia Vidal

Fisioterapia

Domande Frequenti

È indicata la terapia TECAR per la lombalgia?

La terapia tecar è considerata efficace nel trattamento della lombalgia per i suoi effetti antinfiammatori, antalgici e di stimolazione dei processi di riparazione tessutale. Agisce migliorando la circolazione locale e accelerando il recupero. È importante, tuttavia, che sia applicata da professionisti qualificati.

Quanti trattamenti sono necessari per ottenere risultati evidenti?

Il numero di trattamenti tecar necessari per ottenere risultati evidenti varia a seconda della condizione trattata, dell'intensità dei sintomi e della risposta individuale del paziente. Generalmente, si possono osservare miglioramenti dopo 5-10 sedute, ma programmi personalizzati possono essere definiti dal terapista per ottimizzare i risultati.

Quali sono gli effetti della terapia TECAR?

Gli effetti della terapia tecar includono il miglioramento della circolazione sanguigna locale, l'accelerazione dei processi di guarigione tissutale, e la riduzione del dolore e dell'infiammazione. Questa metodologia stimola anche il metabolismo cellulare e favorisce il rilassamento muscolare, rendendola utile in vari contesti riabilitativi e terapeutici.